fbpx Biennale Musica 2020 | Ensemble Cairn
La Biennale di Venezia

Your are here

Musica

Ensemble Cairn


Ensemble Cairn:flauto Cédric Jullion; clarinetto Ayumi Mori; corno Antoine Dreyfuss; pianoforte Maria Grazia Bellocchio; percussioni Sylvain Lemêtre; violino Léo Marillier; viola Cécile Brossard; violoncello Frédéric Baldassare
Direttore: Guillaume Bourgogne

Descrizione

Portulan di Tristan Murail è un ciclo di musica da camera che è andato costituendosi progressivamente dal 1999 e consta a tutt’oggi di otto pezzi. Il titolo si riferisce al portolano, un antico atlante per la navigazione contenente informazioni relative a una delimitata regione e utili al riconoscimento dei luoghi. Ogni pezzo utilizza una diversa combinazione dell’organico di otto musicisti e il ciclo è una sorta di autobiografia per metafore dell’autore. Garrigue, Seven Lakes Drive, Paludes e La Chambre de cartes sono, rispettivamente, il quarto, il terzo, il settimo e il sesto pezzo del ciclo. In Die finsteren Gewässer der Zeit la ricerca di Jérôme Combier sull’oscurità e sulla fluidità dello scorrere del tempo evocate dal titolo si inscrive in una teatralità dei comportamenti e delle interazioni degli strumenti tra i quali è incluso il pianoforte preparato, che utilizza pezzi di gomma collocati sulle corde.


Condividi su

Biennale Musica
Biennale Musica