fbpx Biennale Cinema 2018 | Hamchenan ke mimordam (Mentre morivo)
La Biennale di Venezia

Your are here

Cinema

Hamchenan ke mimordam (Mentre morivo)

Orizzonti

Regia:
Mostafa Sayari
Produzione:
Farhang Film Tehran (Abbas Amoori)
Durata:
73’
Lingua:
farsi
Paesi:
Iran
Interpreti:
Nader Fallah, Elham Korda, Majid Aghakarimi, Vahid Rad, Mohammad Rabbani
Sceneggiatura:
Behnam Abedi, Mostafa Sayari, Hamed Hosseini Sangari
Fotografia:
Hamed Hosseini Sangari
Montaggio:
Hayedeh Safiyari
Scenografia:
Masoud Daliri
Costumi:
Ali Ghadirian, Alborz Malekpour
Musica:
Bamdad Afshar
Suono:
Mohammad Kianarsi, Ensiyeh Maleki
Note:
dal romanzo “As I lay Dying” di William Faulkner

Sinossi

Per esaudire l’ultimo desiderio del padre mancato recentemente, tre fratelli, accompagnati dalla loro unica sorella, viaggiano in auto verso un villaggio remoto dove il padre ha chiesto di essere seppellito. Il caldo e il lungo viaggio rendono l’esperienza insopportabile, soprattutto nel momento in cui il cadavere inizia inevitabilmente a decomporsi. Per il fratello maggiore è arrivato il momento di dare libero sfogo al rancore a lungo represso nei confronti del fratello più giovane che per anni si è occupato del padre.

Commento del regista

La voce narrante, nella nostra intenzione, è affidata al film in sé. Allo stesso tempo, ci siamo affidati all’intelligenza del pubblico. Alla luce di ciò, abbiamo deciso di evitare la prolissità e di limitare le informazioni così che non interferissero con la struttura e la natura drammatica del film. Cercando di non farci trascinare eccessivamente dalla struttura del film, abbiamo armonizzato il lavoro di découpage e mise-en-scène con la sceneggiatura e l’atmosfera. In linea di massima, volevamo trattare un tema classico visto con gli occhi di uno sceneggiatore e regista che vive nel 2018. Un altro aspetto importante riguarda lo sforzo intrapreso nella creazione di momenti magici, non surreali, in alcune parti del film. A questo fine, e con l’idea di creare un’atmosfera soprannaturale, abbiamo cercare di trarre il massimo da elementi come personaggi, dramma, mise-en-scène, découpage, luci, tempi e in generale, la grafica. Il concetto alla base della sceneggiatura è direttamente collegato al nesso tra situazioni, eventi dell’infanzia e le loro ripercussioni in età adulta. Il nostro desiderio maggiore era raccontare una storia locale con personaggi locali. In altre parole, volevamo plasmare la storia e i personaggi sulla base della cultura e delle relazioni tipiche dell’Iran così da consentire al pubblico di identificarsi e simpatizzare con loro a dispetto della loro generale inconsapevolezza. Nel complesso, abbiamo fatto del nostro meglio per realizzare un film che fosse il più autentico possibile.

Produzione/Distribuzione

PRODUZIONE 1: Farhang Film Tehran
25, Kaman Alley, Jahan Koodak Intersection, Africa Blvd.
1518736313 – Tehran, Iran (Islamic Republic of)
info@elmifarhangi.ir
Tel. +98 (0) 21 88880123

DISTRIBUZIONE INTERNAZIONALE: PERSIA FILM DISTRIBUTION
9, Mozafari St., Mirdamad
1545654478 – Tehran, Iran (Islamic Republic of)
Tel. +98 (0) 21 88771857
info@persiafilmdistribution.com
http://www.persiafilmdistribution.com
 


Condividi su

Biennale Cinema
Biennale Cinema