La Biennale di Venezia

Your are here

Cinema

La profezia dell’armadillo

Orizzonti

Regia:
Emanuele Scaringi
Produzione:
Fandango (Domenico Procacci), Rai Cinema (Paolo del Brocco)
Durata:
99’
Lingua:
italiano
Paesi:
Italia
Interpreti:
Simone Liberati, Valerio Aprea, Pietro Castellitto, Laura Morante
Sceneggiatura:
Michele Rech, Oscar Glioti, Valerio Mastandrea, Johnny Palomba
Fotografia:
Gherardo Gossi
Montaggio:
Roberto Di Tanna
Scenografia:
Mauro Vanzati
Costumi:
Francesca Casciello
Musica:
Giorgio Giampà
Suono:
Alessandro Bianchi
Effetti visivi:
22Dogs

Sinossi

Zero vive nel quartiere di Rebibbia, Tiburtina Valley. Terra di mammuth, tute acetate e cuori grandi. Zero è un disegnatore, ma senza un posto fisso si arrabatta tra vari lavoretti.
La sua vita scorre sempre uguale ma, una volta tornato a casa, lo aspetta la sua coscienza critica: un armadillo che, con conversazioni al limite del paradossale, lo aggiorna su che cosa accade nel mondo. A tenere compagnia a Zero nelle sue peripezie quotidiane è l’amico Secco.
La morte di Camille, compagna di scuola e suo amore adolescenziale mai dichiarato, lo costringe a fare i conti con la vita e ad affrontare, con il suo spirito dissacrante, l’incomunicabilità, i dubbi e la mancanza di certezze della sua generazione di “tagliati fuori”.

Commento del regista

“I trentenni non esistono più, come gli gnomi, il dodo e gli esquimesi. Adesso ci sono l’adolescenza, la post-adolescenza e la fossa comune. I trentenni sono una categoria superata, a cui ci si attacca per nostalgia, come il posto fisso”. La generazione di Zero è cresciuta quando ancora i trentenni erano visti come adulti, con un preciso posto nel mondo. Oggi chi è diventato trentenne si trova sospeso in un limbo: in bilico fra un lavoretto e l’altro, a vivere con i genitori o a reinventarsi continuamente.
Zero vive a Rebibbia, un quartiere di cui si parla solo quando balza agli onori delle cronache. Ma a Rebibbia la gente lavora, si sposa, cresce e a volte ci muore anche. Sono i luoghi abitati dalle persone normali quelli che mi interessano. Uno squarcio di città inusuale, non il centro da cartolina – dove Zero e Secco si rifiutano di andare – ma una metropoli del mondo dove le classi sociali si mescolano.
La profezia dell’Armadillo è anche un piccolo omaggio all’universo narrativo con cui è cresciuta la generazione di Zero e Secco. Film come I Goonies o Stand by me. L’Armadillo è il nostro Gremlin.

Produzione/Distribuzione

PRODUZIONE 1: FANDANGO SpA
Viale Gorizia 19
00198 – Roma, Italy
fandango@fandango.it
Tel. +39 06 852181

PRODUZIONE 2: RAI CINEMA SpA
Piazza Adriana 12
00193 – Roma, Italy
Tel.+39 (0) 0633179601

DISTRIBUZIONE INTERNAZIONALE: Fandago Sales
Viale Gorizia 19
00198 – Roma, Italy
sales@fandango.it
Tel. +39 06 85218155

DISTRIBUZIONE ITALIA: Fandago Distribuzione
Viale Gorizia 19
00198 – Roma, Italy
gianluca.pignataro@fandango.it
Tel. +39 06 85218155

UFFICIO STAMPA: Manuela Cavallari - Fosforo
Via Nicolò Piccolomini
00165 – Roma, Italy
manuela.cavallari@fosforopress.com
Tel. +39 06 83795469


Condividi su

Biennale Cinema
Biennale Cinema