fbpx Biennale Cinema 2020 | Siltojen alta tulevaisuuden ihmiselle (Man under Bridge)
La Biennale di Venezia

Your are here

Cinema

Siltojen alta tulevaisuuden ihmiselle (Man under Bridge)

Venice VR Expanded

Regia:
Hanna Västinsalo
Produzione:
Thinkseed (Hanna Västinsalo, Cyril Abraham)
Durata:
7’
Lingua:
Finlandese
Paesi:
Finlandia
Sceneggiatura:
Hanna Västinsalo
Suono:
Jani Hietanen
Intervistatori:Erkki Lyytikäinen, Urpo Vento, Pekka Laaksonen
Visual design and animation:Juulia Kääriä
Tram scene 360 cinematography:Toni Pasanen
Technical support:Pyry Kääriä
Nota:dai quaderni e interviste di Johan Knut Harju
PLATFORM:HTC Viveport
HEADSET:VIVE - VIVE PRO – Vive Cosmos – Rift - RiftS - Valve Index – MixedReality

sinossi

Johan Knut Harju (1910-1976) fu uno scrittore e storico autodidatta, ma anche un senzatetto alcolista. Harju aveva uno straordinario talento nel raccontare la propria vita e quella dei suoi simili attraverso una voce personalissima: ha racolto una serie di storie per noi, persone del futuro, affinché coloro che vivono sotto i ponti non venissero dimenticati. L’esperienza VR combina l’archivio iconografico dell’Helsinki City Museum, le registrazioni vocali di Harju, il video a 360° su un tram storico con un’animazione ispirata allo stile di Harju, per culminare in un’esperienza che consente di condividere un momento con Harju nella Helsinki anni sessanta.

commento della regista

Cosa ne è delle storie delle persone che vivono all’ombra della storia? Harju è riuscito a custodire e trasmettere una visione diversa della storia della mia città natale. Quest’esperienza restituisce spazio a Harju affinché racconti la sua storia e dia al pubblico la possibilità di condividere parte dei suoi ricordi: un punto di vista soggettivo che si spera possa mettere in discussione cosa sia degno degli annali storici.

PRODUZIONE/DISTRIBUZIONE

PRODUZIONE: Hanna Västinsalo, Cyril Abraham – Thinkseed
Kalevankatu 45 E 44
00180 – Helsinki, Finland
Tel. +358 407367306
hanna@thinkseedfilms.com
cyril@thinkseedfilms.com


Condividi su

Biennale Cinema
Biennale Cinema