fbpx Biennale Cinema 2021 | Kusunda
La Biennale di Venezia

Your are here

Cinema

Kusunda

Venice VR Expanded

Regia:
Felix Gaedtke, Gayatri Parameswaran
Produzione:
NowHere Media, INVR.space, Fasad, Poké Poké Creative
Durata:
23’
Lingua:
Nepalese, Kusunda, Inglese
Paesi:
Germania, Nepal, Svezia, Svizzera, Taipei* (*come da pratica istituzionale)
Interpreti:
Yan Balistoy, Offir Limacher, Johannes Voges, Corinne Soland, Gayatri Parameswaran, Oliver Sahli, Ferhat Türkoğlu, Kristina Jungic
Sceneggiatura:
Hima Kusunda, Lil Bahadur Kusunda
Fotografia:
Felix Gaedtke, Gayatri Parameswaran, Aditya Thakuri
Montaggio:
Mia von Kolpakow
Musica:
Mads Michelsen, Hima Kusunda
Suono:
Mads Michelsen, David Segal, Joakim Johansson
Effetti visivi:
Moritz Mayerhofer, Tobias Wehrum, Evgeny Kalachikhin
Platform:
Viveport
Devices:
HTC Vive/Vive Pro/Pro 2 Oculus Rift/Rift S/Quest w/link
Art director, design, animation:Moritz Mayerhofer
Technical director, animation assistant:Henning Schild
Lead developer:Tobias Wehrum
Volumetric video post-production:INVR.SPACE

Sinossi

Kusunda è un’esperienza in realtà virtuale a controllo vocale che indaga ciò che fa addormentare una lingua e ciò che la risveglia. Lo sciamano kusunda Lil Bahadur ha dimenticato la propria lingua madre indigena. La nipote, Hima, vuole resuscitarla. Molte lingue a rischio di estinzione appartengono a comunità indigene, come la kusunda del Nepal. Raccontato dai suoi co-autori (lo sciamano kusunda Lil Bahadur e sua nipote Hima), Kusunda mette a confronto due generazioni dallo stile di vita distante, ma riavvicinate dell’identità indigena. Lil Bahadur, che è stato un cacciatore raccoglitore per quarant’anni, ha perso la lingua madre quando si è trasferito nel villaggio. “Quando i miei genitori sono morti, non avevo più nessuno con cui parlare e la lingua pian piano è svanita”, racconta rassegnato. La nipote di Lil, Hima, un’adolescente brillante lontana dall‘identità di cacciatore raccoglitore del nonno, rappresenta l’identità kusunda moderna e raccoglie la sfida di far rinascere la sua lingua madre. “Sono fiera della mia eredità e della mia cultura. Farò di tutto per conservarle e sono sicura di riuscirci”.

Commento dei registi

Ogni due settimane una lingua si addormenta. Quando una lingua non è più usata, rischiamo di perdere la visione del mondo e l’immensa conoscenza che essa contiene. Ecco l’urgenza del nostro film. Kusunda rende omaggio agli sforzi dei nostri co-autori, una comunità indigena molto unita che lavora per ridare vita alla propria lingua, a ogni costo. Speriamo che questo racconto stimoli altre comunità e gruppi emarginati a lottare per i propri diritti.

Produzione/Distribuzione

PRODUZIONE 1: Felix Gaedtke, Gayatri Parameswaran - NowHere Media
Emser Strasse 27
12051 – Berlin, Germany
Tel. +49 176 71575101
felix@nowheremedia.net
gayatri@nowheremedia.net
http://www.nowheremedia.net

PRODUZIONE 2: Soenke Kirchhof - INVR.space
Leuschnerdamm 31
10999 – Berlin, Germany
Tel. +49 306279884
Cell. +49 1772462771
sk@invr.space
http://invr.space

PRODUZIONE 3: Emma Creed, Aliki Tsakoumi – Fasad
Tel. +46 736004438
emma@fasad.se
aliki@fasad.se
http://fasad.se

PRODUZIONE 4: Kuan-Yuan LAI - Poké Poké Creative
davisshu@gmail.com

DISTRIBUZIONE INTERNAZIONALE E ITALIANA: Felix Gaedtke - NowHere Media
Emser Strasse 27
12051 – Berlin, Germany
Tel. +49 176 71575101
felix@nowheremedia.net
http://www.nowheremedia.net

UFFICIO STAMPA: Felix Gaedtke - NowHere Media
Emser Strasse 27
12051 – Berlin, Germany
Tel. +49 176 71575101
felix@nowheremedia.net
http://www.nowheremedia.net


Condividi su

Biennale Cinema
Biennale Cinema