fbpx Biennale Musica 2020 | Ensemble Fractales
La Biennale di Venezia

Your are here

Musica

Ensemble Fractales


Ensemble Fractales:pianoforte Gian Ponte; violino e viola Marion Borgel; violoncello Diego Amaral Coutinho; flauto Renata Kambarova; clarinetto Benjamin Maneyrol

Descrizione

Al centro di SoNar di Alessandro Melchiorre si pone l’idea che a guidare l’orientamento sia il suono, in un tracciato formale da una situazione turbolenta e quasi caotica sino a un approdo calmo e definito.
Sulla base del rapporto tra musica e architettura, il modello costruttivo di Ars memoriae di Mikel Urquiza è quello di una domus romana, una serie di ambienti in costante trasformazione che accolgono ricordi via via evocati e deformati.
Il titolo Ftérà (in greco “piume, ali”) di Yann Robin, ispirato dalla Vittoria di Samotracia, allude al soffio, al respiro che anima il pezzo, caratterizzato anche da un impasto timbrico che rivela l’interiorità stessa del suono.
Erratic Time di Fausto Sebastiani è una riflessione sulle “dinamiche relative al tempo che influenzano la nostra quotidianità, come l’impatto di avvenimenti eccezionali o gli effetti della recente clausura”.
In Of other spaces di Maurizio Azzan “la definizione di spazio vacilla, si fa liquida, e i confini suggeriti dalla fisica si annullano in una geografia elastica in cui il ‘qui’ e ‘là’ diventano momenti particolari di un fluire instabile che respira”.


Condividi su

Biennale Musica
Biennale Musica