fbpx Biennale Teatro 2020 | Caroline Baglioni - Il lampadario
La Biennale di Venezia

Your are here

Teatro

Caroline Baglioni - Il lampadario


Prima assoluta:2020, 90’
Di:Caroline Baglioni
Regia:Leonardo Lidi
Spazio scenico: Nicolas Bovey e Leonardo Lidi
Con:Ludovico Fededegni, Annibale Pavone, Emanuele Turetta, Giuliana Bianca Vigogna
Luci:Nicolas Bovey
Costumi: Aurora Damanti
Produzione: La Biennale di Venezia
In collaborazione con: AMAT e Comune di Fabriano
Nell'ambito di:Marche inVita. Lo spettacolo dal vivo per la rinascita dal sisma
Progetto di: MiBACT e Regione Marche
Coordinato da:Consorzio Marche Spettacolo

Descrizione

14 agosto 2018, crollo del ponte Morandi a Genova. Io mi trovavo a pochi chilometri da lì, e poche ore prima avevo attraversato il ponte in macchina. Quando ho appreso la notizia ero a pranzo, senza voglia, in un piccolo chalet in riva a un mare incazzato. Guardavo quelle immagini scioccanti, grigie. Scorrevano sul mio cellulare… pezzi rotti di macchine e cemento le prime ore, e poi nei giorni a seguire le storie di chi ce l’aveva fatta, di chi non c’era più, di chi aveva frenato all’ultimo istante, di chi si era fermato all’Autogrill per fare caffè-pipì scampando miracolosamente al crollo.
Il Lampadario nasce da queste suggestioni. Una misteriosa dimensione dove a esseri e cose è dato spostarsi agevolmente nello spazio e nel tempo, il ponte davanti agli occhi dei protagonisti collega il passato e il futuro al presente. Il lampadario è la metafora di una condizione esistenziale e fisica: appesi a testa in giù il mondo si rovescia e assume forme nuove e imbocca strade impensate. Col sangue al cervello ci si può addirittura ingannare, inventarsi una vita, stoppare il tempo, fermarsi a quell’attimo in cui tutto poteva ancora non accadere. Ma quanto tempo ci può concedere un’illusione?

Caroline Baglioni


Condividi su

Biennale Teatro
Biennale Teatro