fbpx Biennale Teatro 2020 | Daniele Bartolini - The Right Way
La Biennale di Venezia

Your are here

Teatro

Daniele Bartolini - The Right Way


Prima assoluta:2020, 20’
Creazione e regia:Daniele Bartolini
Con:Maddalena Vallecchi Williams, Michele Smith, Dean Gilmour
Collaborazione al progetto:Michele Andrei
Allestimento, direzione tecnica e sound design:Matteo Ciardi
Virtual reality film prodotto da: Toasterlab e DopoLavoro Teatrale (DLT)
Operatore video VR, sviluppo tecnologia VR e montaggio video:Ian Garrett
Direzione alla produzione:Thomas L. Mallon
Una co-produzione di:DopoLavoro Teatrale (DLT) e Stazione Utopia
Con il supporto di:Villa Charities Inc.
Nota:Spettacolo per un solo spettatore - interazione con i performer. Spettacolo per pubblico adulto. Lo spettacolo prevede scene di nudo. È previsto l'utilizzo di un casco di realtà virtuale. Il casco sarà igienizzato ad ogni utilizzo

Descrizione

Lo spettatore (un solo spettatore per volta) verrà invitato a prendere il mio posto a letto e ad “addormentarsi” con quelli che spesso sono i pensieri, le visioni, le paure e le incertezze che mi appartengono. Le mie, quelle di uno scrittore/regista immigrato nel NUOVO mondo sempre NUOVO.
Fatto accomodare in un letto e dotato di un VR headset, lasciato solo, una volta distesosi, lo spettatore “falls down the rabbit hole”. Questo stato di pre-sonno ha un ruolo chiave: questo è l’universo di cui lo spettatore fa esperienza, il momento nel quale ci si sta per addormentare e si pianifica la giornata successiva, il momento nel quale da artista si riesaminano le idee in quella fase semicosciente in cui i pensieri si fanno frammentati, dove le associazioni di pensiero si fanno fitte e veloci.
Senza schierarsi e senza esprimere nessun giudizio, la proposta illustra soltanto il mio meccanismo mentale.
Un coach metterà fine al riposo del protagonista/spettatore, lo riporterà alle sue responsabilità lavorative. C’è da lavorare adesso, da agire, da filmare… da battere il primo ciak.
Lo spettatore/regista, attraverso la necessaria mediazione del coach, sarà costretto a dirigere due performer in una delicata scena.
Filmeranno la scena? E come? Oppure decideranno di interrompere le riprese?

Daniele Bartolini


Condividi su

Biennale Teatro
Biennale Teatro