fbpx Biennale Cinema 2019 | Lo sceicco bianco
La Biennale di Venezia

Your are here

Cinema

Lo sceicco bianco

Venezia Classici

Regia:
Federico Fellini
Produzione:
P.D.C. – O.F.I.
Durata:
86’
Lingua:
italiano
Paesi:
Italia
Anno:
1952
Interpreti:
Alberto Sordi, Giulietta Masina, Brunella Bovo
Sceneggiatura:
Federico Fellini, Tullio Pinelli
Fotografia:
Arturo Gallea
Montaggio:
Rolando Benedetti
Scenografia:
Raffaello Tolfo
Musica:
Nino Rota
Suono:
Armando Grilli
Restauro:
Fondazione Cineteca di Bologna

Sinossi

Due sposini in viaggio di nozze dalla provincia alla capitale romana. L’apparizione sull’altalena del bianco sceicco Alberto Sordi, divo divino solo sulla carta dei fotoromanzi. E dunque le illusioni del mondo dello spettacolo. Le benevole prostitute della capitale, tra cui la Cabiria di Giulietta Masina. C’è già tutto il mondo felliniano in questo primo film firmato unicamente dal regista riminese (Luci del varietà è codiretto con Lattuada). “L’originalità dell’espressione trova la sua concretezza in una inquietudine senza sfogo, che si riflette e si manifesta nella cattiveria con cui la macchina da presa si muove, ora per fissare impietosamente, ora per sollecitare in tono di satira, gesti fatti e azioni dei protagonisti piccolo- borghesi alle prese con la realizzazione dei loro sogni provinciali. Una piccola borghesia vista come rinuncia alla autenticità, come desiderio di inseguire con commovente impegno una folla di miti usuali e flaccidi: dalla fanfara dei bersaglieri al mondo dei fotoromanzi; dalla passeggiata in carrozza per le vie di Roma al suicidio per onore, alla sospirata udienza [papale].”
Lino Del Fra, Bianco e Nero, a. XVIII, n. 6, giugno 1957

Commento del regista

Il primo giorno della lavorazione dello Sceicco bianco cominciò male. [...] Arrivai a Fregene alle nove e tre quarti mentre l’appuntamento era per le otto e mezzo. Si erano imbarcati tutti in un barcone che era a un chilometro di distanza su un mare immenso. Mi parevano lontanissimi, irraggiungibili. [...] Mi domandavo “E ora cosa faccio?...” Non ricordavo la trama del film, non ricordavo nulla, desideravo tagliare la corda e basta. Dimenticare. Poi, però, di colpo tutti i dubbi mi svanirono quando posai il piede sulla scala di corda. Mi issai sul barcone. Mi intrufolai tra la troupe. Ero curioso di vedere come sarebbe andata a finire.
Federico Fellini, Fare un film, Einaudi, Torino, 1980, pp. 51-52

Produzione/Distribuzione

PRODUZIONE 1: FONDAZIONE CINETECA DI BOLOGNA
via Riva Reno 72
40122 Bologna, Italy
Tel. 051 2194214
cinetecadirezione@cineteca.bologna.it
http://www.cinetecadibologna.it

PRODUZIONE 2: RTI-Mediaset

PRODUZIONE 3: Infinity

PRODUZIONE ALL’EPOCA DELLA REALIZZAZIONE: P.D.C. - O.F.I.

UFFICIO STAMPA/PRESS OFFICE: Andrea Ravagnan - FONDAZIONE CINETECA DI BOLOGNA
via Riva Reno 72
40122 Bologna, Italy
Tel. 051 2194833
cinetecaufficiostampa@cineteca.bologna.it
http://www.cinetecadibologna.it


Condividi su

Biennale Cinema
Biennale Cinema