fbpx Biennale Cinema 2021 | Kapitan Volkonogov bezhal (Il capitano Volkonogov è scappato)
La Biennale di Venezia

Your are here

Cinema

Kapitan Volkonogov bezhal (Il capitano Volkonogov è scappato)

Venezia 78 Concorso

Regia:
Natasha Merkulova, Aleksey Chupov
Produzione:
Place of Power (Valeriy Fedorovich, Evgeniy Nikishov), Lookfilm (Alexander Plotnikov), Homeless Bob Productions (Katrin Kissa), Kinovista (Charles-Evrard Tchekhoff)
Durata:
126’
Lingua:
Russo
Paesi:
Russia, Estonia, Francia
Interpreti:
Yuriy Borisov, Timofey Tribuntsev, Aleksandr Yatsenko, Nikita Kukushkin, Vladimir Epifantsev, Anastasiya Ukolova, Natalya Kudryashova, Dmitriy Podnozov, Viktoriya Tolstoganova, Yuriy Kuznetsov, Igor Savochkin
Sceneggiatura:
Natasha Merkulova, Aleksey Chupov, Mart Taniel
Fotografia:
Mart Taniel
Montaggio:
François Gédigier
Scenografia:
Sergey Fevralev
Costumi:
Nadezhda Vasileva
Musica:
Elena Stroganova, Matis Rei
Suono:
Matis Rei
Effetti visivi:
1-2-3 VFX, Postworks

Sinossi

Il capitano del servizio di sicurezza nazionale Fedor Volkonogov è apprezzato dal suo comandante e rispettato dai colleghi. La sua esistenza però subisce una brusca svolta quando viene accusato di un crimine. L’uomo riesce a scappare prima di essere arrestato, e in una frazione di secondo diventa una preda inseguita dagli stessi ex-colleghi. Durante la notte riceve un avvertimento dall’aldilà: sebbene sia destinato all’inferno e a tormenti eterni, ha ancora una possibilità di cambiare il suo destino ed essere accettato in paradiso, a patto che si penta e almeno una persona gli conceda un perdono sincero. Fedor parte allora alla ricerca della sua assoluzione, senza avere però idea delle prove che dovrà affrontare in un simile percorso.

Commento dei registi

Il film è una parabola postmoderna con elementi del thriller mistico, una favola nera su un carnefice che all’improvviso scopre di avere un’anima. L’anima deve essere salvata, ma a lui rimane poco tempo, e così incomincia la ricerca disperata di redenzione spirituale. Gli autori del film pensano che sia estremamente difficile vivere sapendo che esistono ancora le torture, e che ogni giorno da qualche parte del mondo qualcuno sta torturando altri esseri umani. Chiunque può trasformarsi in un carnefice, se il sistema decide di farti diventare tale. Ma ci può essere perdono per un tale crimine? Esiste un paradiso per i torturatori?

Produzione/Distribuzione

PRODUZIONE 1: Valeriy Fedorovich, Evgeniy Nikishow – Place of Power
Mosfilmovskaya Str., 38A office 12
119285 – Moscow, Russian Federation
Tel. +7 4951490123
nzaionchkovska@placeofpower.pro
http://placeofpower.pro

PRODUZIONE 2: Alexander Plotnikov – Lookfilm
Pravda Str. 24-2
127137 – Moscow, Russian Federation
Tel. +7 4957929621
plotnikov@look-film.tv
http://www.look-film.tv/en/

PRODUZIONE 3: Katrin Kissa – Homeless Bob Production OÜ
Tööstuse 58-17
10416 – Tallinn, Estonia
Tel. +372 56 677 855
kissa@too.ee
http://homelessbob.ee
https://www.facebook.com/homelessbobproduction/

PRODUZIONE 4: Charles-Evrard Tchekhoff – Kinovista
34, rue Saint Dominique
75007 – Paris, France
Tel. +33 1 44 59 60 15
cetchekhoff@kinovista.com
http://www.kinovista.com

DISTRIBUZIONE INTERNAZIONALE: Mathieu Delaunay – Memento International
Tel. +33 6 87 88 45 26
mathieu@memento-films.com
sales@memento-films.com

UFFICIO STAMPA: Claudia Tomassini – Claudia Tomassini and Associates
Mob. +49 1732955794
claudia@claudiatomassini.com

UFFICIO STAMPA US: Julie Chappell – Cinetic Media
julie@cineticmedia.com

UFFICIO STAMPA RUSSA: Alina Pozdnyakova – Place of Power
Mosfilmovskaya street 38A, office 12
119285 – Moscow, Russian Federation
Tel. +7 9168568548
pr@placeofpower.pro


Condividi su

Biennale Cinema
Biennale Cinema