fbpx Biennale Danza 2022 | Al via lunedì 13 giugno le prevendite del 16. Festival Internazionale di Danza Contemporanea
La Biennale di Venezia

Your are here

Al via lunedì 13 giugno le prevendite del 16. Festival Internazionale di Danza Contemporanea
Danza -

Al via lunedì 13 giugno le prevendite del 16. Festival Internazionale di Danza Contemporanea

I biglietti sono acquistabili online e, durante il Festival, un’ora prima degli spettacoli nei punti dedicati.

Biennale Danza 2022

Aprono oggi, lunedì 13 giugno, a partire dalle ore 15.00, le prevendite per gli spettacoli del 16. Festival Internazionale di Danza Contemporanea (22 > 31 luglio) diretto da Wayne McGregor e prodotto dalla Biennale di Venezia.

Biglietti e abbonamenti saranno acquistabili online all’indirizzo www.labiennale.org.

Durante il festival, l’acquisto sarà possibile anche nel punto vendita di Ca’ Giustinian (10.00>17.00), sede della Biennale, negli Infopoint della Biennale Arte ai Giardini e all’Arsenale (11.00>19.00) e un’ora prima degli spettacoli presso la biglietteria dedicata all’Arsenale. 

Si rinnova l’offerta che affianca Biennale Arte e Biennale Danza: un unico biglietto al prezzo speciale di 35 euro (anziché 45) che consente sia l’ingresso alla 59. Esposizione Internazionale d’Arte che uno spettacolo a scelta del 16. Festival Internazionale di Danza Contemporanea.

È previsto, inoltre, l’abbonamento a 4 spettacoli del festival (ai Teatri Malibran, Tese 3, Piccolo Arsenale) al prezzo speciale di 72 euro (anziché 80).

Boundary-less

È senza confini, Boundary-less, il 16. Festival Internazionale di Danza Contemporanea in scena a Venezia dal 22 al 31 luglio. “Il fare arte non è forse, di per sé, l’atto attraverso il quale superiamo confini, limiti e barriere? Un modo per re-immaginare?” si chiede il direttore Wayne McGregor, coreografo britannico al secondo anno del suo mandato, nel presentare un programma ricco di novità.

Fra i protagonisti di questo viaggio che è il Festival attraverso l’arte, la tecnologia, la cultura e il corpo ci saranno: Saburo Teshigawara, Leone d’oro alla carriera; Rocío Molina, Leone d’argento; Diego Tortelli, vincitore del primo bando che la Biennale Danza rivolge ad artisti italiani per la realizzazione di una nuova coreografia. E poi: la vogue dance di Trajal Harrel; la compagnia Gauthier Dance con le coreografie di Aszure Barton, Sidi Larbi Chekaoui, Sharon Eyal, Marco Goecke, Marcos Morau, Hofesh Shechter e Sasha Waltz; la danza meditativa di Humanhood; la compagnia interculturale australiana Marrugeku, il Requiem di Mozart rivisitato da A.I.M by Kyle Abraham e la musicista elettronica Jlin.

Non solo spettacoli: il Festival presenterà la mostra fotografica di Indigo Lewin, l’installazione scenica digitale di Tobias Gremmler, il gran ballo che Blanca Li ha realizzato con la realtà virtuale, il film d’arte di Tacita Dean con l’ultima testimonianza di Merce Cunningham e la sua compagnia.

Infine, i “visionari di domani”, i 16 danzatori di Biennale College Danza, che parteciperanno al Festival con una performance site specifc creata per loro da Saburo Teshigawara; con le due nuove creazioni rispettivamente di Matteo Carvone ed Edit Domoszlai, selezionati per Biennale College Coreografi; e, in omaggio a Merce Cunningham, con il riallestimento su piattaforme galleggianti dell’Event che nel 1972 il coreografo americano creò per Piazza San Marco.


Condividi su