fbpx Biennale Architettura 2021 | Uzbekistan (Repubblica dell’)
La Biennale di Venezia

Your are here

Uzbekistan (Repubblica dell’)

Mahalla: Urban Rural Living


  • MAR - DOM 
    22/05 > 31/07
    11.00 - 19.00

    01/08 > 21/11
    10.00 - 18.00
  • Arsenale
  • Ingresso con biglietto

Commissario: Arts and Culture Development Foundation presso il Ministero della Cultura della Repubblica dell’Uzbekistan
Curatori: Emanuel Christ, Christoph Gantenbein
Espositori: Carlos Casas, Bas Princen

Sito ufficiale

Descrizione

Costruita attorno a legami familiari e alla vita quotidiana della comunità, la mahalla rappresenta un’antica forma di convivenza ritrovabile in molti luoghi dell’Asia. In Uzbekistan, dove la tradizione si esprime soprattutto come spazio rurale all’interno di un contesto urbano, questa istituzione culturale assume un significato specifico. Le mahalla trasmettono un senso di prossimità e intimità creando al contempo spazi precisi di riunione per la comunità. In un momento in cui l’ecosistema della megacittà sta letteralmente raggiungendo il limite, la necessità di alternative è più grande che mai. L’organizzazione sociale di questi quartieri e le loro varie composizioni architettoniche di edifici bassi ad alta densità possono offrire alla società urbana un modello sostenibile ed ecologico?

Biennale Sneak Peek

Image 1 – How will we live together?
At a time when the ecosystem of the anonymous megacity is literally reaching its limits, the need for alternatives is greater than ever. Can the organization of the Uzbek mahalla and their various architectural formations as low-rise / high-density structures offer urban society a sustainable and ecological model?

Photo: Christ Gantenbein / ETHZ

 

Image 2 – Sneak peek of the project
The phenomenon of the mahalla – urban rural neighbourhoods which can be found in Tashkent – is approached by means of a layering of different scales of representation. In this artistic and scientific investigation, digital and analogue media will be confronted in an atmospheric experience.

Photo: Christ Gantenbein / ETHZ


Condividi su

Biennale Architettura
Biennale Architettura