fbpx Biennale Arte 2019 | Armenia, Repubblica di
La Biennale di Venezia

Your are here

Armenia, Repubblica di

Revolutionary Sensorium



Commissario: Nazenie Garibian (Ministero della Cultura, Repubblica di Armenia).
Curatore: Susanna Gyulamiryan.
Espositori: Narine Arakelian, Susanna Gyulamiryan, "Artlabyerevan" Art Collective (Gagik Charchyan, Hovhannes Margaryan, Artur Petrosyan, Vardan Jaloyan).
Partecipanti: Feminist Scholars and Activists (Gayane Ayvazyan, Ruzanna Grigoryan, Anna Nikoghosyan, Anna Zhamakochyan).
Sede: Palazzo Zenobio – Collegio Armeno Moorat-Raphael, Dorsoduro 2596.

Descrizione

Revolutionary Sensorium ricostruisce gli eventi rivoluzionari che hanno avuto luogo in Armenia nella primavera del 2018. La squadra che ha realizzato il progetto – il gruppo artistico ArtLab Yerevan (composto da Gagik Charchyan, Vardan Jaloyan, Hovhannes Margaryan, Arthur Petrosyan) e il curatore Susanna Gyulamiryan – ha eseguito ricerche per studiare, filtrare e assemblare una panoramica visiva dei dati che compongono la cronistoria della rivoluzione e che comprendono dibattiti critici e riflessioni post-rivoluzionarie sul bisogno di un’essenziale riorganizzazione della vita in Armenia. Un altro elemento del progetto è costituito dalla performance all’aperto dell’artista Narine Arakelian, che mette in scena un atto di disobbedienza performativo condotto da donne e molto diffuso nei giorni della rivoluzione.

Venezia, Dorsoduro 2596
Vedi su Google Maps

Condividi su

Biennale Arte
Biennale Arte