fbpx Biennale Arte 2022 | Kehinde Wiley: An Archaeology of Silence
La Biennale di Venezia

Your are here

Kehinde Wiley: An Archaeology of Silence


  • MAR - DOM
    23/04 > 24/07
    11.00 - 19.00

Istituzione organizzatrice: Musée d'Orsay

Sede: Fondazione Giorgio Cini, Isola di San Giorgio Maggiore

Descrizione

Kehinde Wiley: An Archaeology of Silence è una riflessione sulle brutalità del passato coloniale statunitense e mondiale. L’esposizione comprende una raccolta di nuovi dipinti e sculture monumentali che si interrogano sull’omicidio di persone di colore in tutto il mondo e su come i media globali abbiano portato alla luce atrocità che un tempo erano state messe sotto silenzio. “È questa l’archeologia che sto cercando di disseppellire”, afferma Wiley, ossia “lo spettro della violenza della polizia e del controllo dello Stato sui corpi di giovani di colore in tutto il mondo”. I nuovi ritratti raccontano una storia di sopravvivenza e resilienza, presentandosi come monumenti alla capacità di resistenza e perseveranza di fronte alla ferocia.

Informazioni

Immagine

Kehinde Wiley, The Dead Christ in the Tomb (particolare), 2007. Olio e smalto su tela, 76,2× 365,76 cm. © Kehinde Wiley


Condividi su

Share on FacebookShare on TwitterShare on LinkedINSend via WhatsApp
Biennale Arte
Biennale Arte