fbpx Biennale Arte 2022 | Biennale College Arte 2021/2022 - Presentazione
La Biennale di Venezia

Your are here

Biennale Arte 2022

Biennale College Arte

Prima edizione 2021-2022
Scarica il pdf

Biennale College Arte
2021/2022

In occasione della 59. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia, che aprirà al pubblico dal 23 aprile al 27 novembre 2022, sono stati annunciati i progetti finalisti per la 1a edizione di Biennale College Arte 2021/22.

Al bando di partecipazione hanno aderito oltre 250 giovani artisti/e emergenti under 30 provenienti da 58 paesi in tutto il mondo. Più della metà le donne.

 

I quattro progetti finalisti sono stati presentati da:

Simnikiwe Buhlungu
1995, Johannesburg, Sudafrica. Vive tra Johannesburg, Sudafrica e Amsterdam, Paesi Bassi

Ambra Castagnetti
1993, Genova, Italia. Vive a Milano, Italia

Andro Eradze
1993, Tbilisi, Georgia. Vive a Tbilisi, Georgia

Kudzanai-Violet Hwami
1993, Gutu, Zimbabwe. Vive a Londra, Regno Unito

 

Simnikiwe Buhlungu, Ambra Castagnetti, Andro Eradze e Kudzanai-Violet Hwami potranno accedere a un contributo di 25.000 euro per la realizzazione del lavoro finale.

Le opere realizzate saranno presentate, fuori concorso, come parte della 59. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia, Il latte dei sogni, a cura di Cecilia Alemani.

Biennale College

Biennale College è il progetto della Biennale di Venezia dedicato alla formazione e al supporto dei giovani in tutti i settori artistici e nelle attività proprie della struttura organizzativa della Biennale. Già attivo per i settori di Cinema, Danza, Musica, Teatro e Archivio Storico, Biennale College nasce con l’obiettivo di promuovere giovani talenti, offrendo loro di operare a contatto con Maestri per la messa a punto di “creazioni” che diventeranno parte dei programmi dei Settori artistici.

Note sugli artisti

Simnikiwe Buhlungu
1995, Johannesburg, Sudafrica. Vive tra Johannesburg, Sudafrica, e Amsterdam, Paesi Bassi
Simnikiwe Buhlungu pone al centro della propria indagine la produzione della conoscenza, il modo in cui si diffonde e chi ne è l’artefice. Attraverso film, suoni, installazioni e testi, Buhlungu impiega narrazioni e fenomeni quotidiani per introdurre gli osservatori a considerazioni metaforiche e teoriche sui modi in cui conosciamo il mondo e vi esistiamo.

Ambra Castagnetti
1993, Genova, Italia. Vive a Milano, Italia
Le sculture, i video, le installazioni e performance di Ambra Castagnetti scaturiscono tutte dal desiderio di trasformare la relazione che abbiamo con il nostro stesso corpo e con gli altri esseri viventi che ci circondano. Per Castagnetti, la catarsi facilita la metamorfosi, ed è per questo che nella sua attività spesso utilizza processi trasformativi.

Andro Eradze
1993, Tbilisi, Georgia. Vive a Tbilisi, Georgia
Andro Eradze è un artista che si esprime attraverso film, fotografie e installazioni, presentando spesso i propri lavori fotografici e video in contesti espositivi inaspettati. Ispirato da teorici contemporanei delle relazioni interspecie come Donna Haraway e John Berger, Eradze popola le sue immagini di piante e animali che sembrano andare oltre i confini delle inquadrature. I film di Eradze si svolgono tra l’umano e il non umano, esplorando una miriade di forme di vita animata.

Kudzanai-Violet Hwami
1993, Gutu, Zimbabwe. Vive a Londra, Regno Unito
I dipinti di Kudzanai-Violet Hwami rivelano una visione profondamente personale della vita in Sudafrica. Le sue tele, traboccanti di colori a olio, pastelli e inchiostri serigrafico dai pigmenti vibranti, si ispirano agli anni in cui è cresciuta in Zimbabwe e in Sudafrica, oltre che alla più ampia esperienza contemporanea del vedere se stessi e le proprie influenze riflessi attraverso degli schermi. Grazie all’uso sapiente delle tecniche del collage, i dipinti di Hwami analizzano i modi in cui coesistiamo e facciamo l’esperienza gli uni degli altri in un mondo sempre più digitale.

Biennale Arte
Biennale Arte