fbpx Biennale Cinema 2021 | The Severance Theory: Welcome to Respite
La Biennale di Venezia

Your are here

Cinema

The Severance Theory: Welcome to Respite

Venice VR Expanded

Regia:
Lyndsie Scoggin
Produzione:
CoAct Productions (Lyndsie Scoggin), Ferryman Collective (Deirdre V. Lyons, Stephen Butchko, Brian Tull, Braden Roy)
Durata:
60’
Lingua:
Inglese
Paesi:
Usa
Musica:
Screaming Color
Suono:
Jeff Heimbuch, Christopher Lane Davis
Platform:
VRchat
Devices:
HTC Vive/Vive Pro/Pro 2 Oculus Rift/Rift S/Quest w/link Oculus Quest 1/Quest 2 Valve Index
VFX e animation designer:Christopher Lane Davis
VFX world builder / consultant:Andy Aloisio
Art director:Danielle Levesque
VR adaptation :Lyndsie Scoggin, Braden Roy
Dall'originale produzione dal vivo:Lyndsie Scoggin, Danielle Levesque, Payden Ackerman, Kelley Pierre
Graphic design:Lyndsie Scoggin, Stephen Butchko, Braden Roy
Character design / avatar builder:Sonnet Cooper
Live cast:Deirdre V. Lyons, Stephen Butchko, Whitton Frank, Christopher Lane Davis, Lyndsie Scoggin, Braden Roy
v.o. cast:Jeff Heimbuch, Morghann Stevens

Sinossi

La visita alla casa di famiglia in seguito alla morte di tua madre ti catapulta nei ricordi perduti della tua infanzia. Ogni interazione è tanto significativa quanto affascinante mentre riscopri il tuo passato e ti crogioli nella semplicità di essere nuovamente bambino. Tuttavia, qualcosa non va. Forse è la tensione camuffata che serpeggia tra i tuoi genitori. Forse sono le voci che sembrano esistere solo nella tua mente. Forse potrebbe esserci perfino un mostro nascosto nel tuo armadio. Dopo tutto, la tregua è solo temporanea quando sei preda dei capricci della tua stessa mente. Bentornato Alex. The Severance Theory: Welcome to Respite è un thriller psicologico che esplora quelle parti della nostra mente che ci sostengono e allo stesso tempo ci perseguitano, attraverso la lente di un disturbo mentale conosciuto come disturbo dissociativo dell’identità (DDI), un tempo conosciuto come disturbo della personalità multipla. Questa storia consente al pubblico di mettersi nei panni di Alex, protagonista e ospite del sistema della personalità mentre intraprende un viaggio surreale all’interno di un ricordo dell’infanzia ormai sepolto. I partecipanti incontreranno alcune delle alterne personalità di Alex così come alcune ricostruzioni teatrali intese a raffigurare i sintomi associati a questo disturbo.

Commento della regista

The Severance Theory: Welcome to Respite è stato realizzato per esplorare come appare la vita quando si è affetti da una malattia mentale, consentendo ai partecipanti di mettersi nei panni del protagonista. Il ricorso a una performance virtuale dal vivo permette di dare vita a un’esperienza unica per i partecipanti con l’ausilio di interazioni in tempo reale. La storia trae ispirazione da storie vere di persone che soffrono di DDI e ci immerge in un turbinio di emozioni mentre esploriamo parti di noi stessi che ci supportano e ci tormentano allo stesso tempo. Speriamo di poter fare la differenza promuovendo empatia e comprensione nei confronti di coloro che hanno già vissuto tutto ciò.

Produzione/Distribuzione

PRODUZIONE 1: Lyndsie Scoggin – CoAct Productions
30949 Valley Oak Dr.
92382 – Running Springs, United States of America
Tel. +1 9517680862
info@coactproductions.com
http://www.theseverancetheory.com

PRODUZIONE 2: Deirdre V. Lyons, Stephen Butchko, Brian Tull, Braden Roy – Ferryman Collective
6016 Whitworth Dr. Apt. 4
CA 90019 – Los Angeles, United States of America
Tel. +1 3236341960
info@ferrymancollective.com
http://www.ferrymancollective.com
https://www.facebook.com/TheSeveranceTheoryVR

UFFICIO STAMPA: Whitton Frank
7249 Franklin Ave. #101
CA 90046 – Los Angeles, United States of America
Tel. +1 6592790793
whittonfrank@gmail.com
www.facebook.com/theseverancetheoryvr
Instagram: @theseverancetheoryvr
Twitter: @SeveranceTheory


Condividi su

Biennale Cinema
Biennale Cinema