fbpx Biennale Arte 2022 | La Biennale accessibile
La Biennale di Venezia

Your are here

Biennale Educational

La Biennale accessibile

Premessa

Gli ultimi decenni hanno visto l’affermazione, a livello internazionale, di una sempre maggiore attenzione per questioni legate all’accessibilità del patrimonio culturale nei confronti di persone affette da disabilità fisiche o psichiche: al centro del dibattito – come riporta la convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità del 2006 – il valore della cultura inteso come bene comune, in un’ottica inclusiva in cui “tutta l’arte è per tutti” e la partecipazione culturale come motore del benessere individuale e dell’intera società.

Accanto alla rimozione degli ostacoli fisici dai luoghi di fruizione culturale si sta affinando una sensibilità verso l’eliminazione di barriere anche linguistiche e cognitive: questo si traduce in un concetto di accessibilità più ampio, che include il rapporto con la dimensione immateriale dell’essere umano: accesso ai contenuti, ai concetti, al pensiero, e in generale alla possibilità di favorire un’esperienza estetica e di incontro con la bellezza; tutti elementi centrali del rapporto del visitatore con l’opera d’arte, che anche nel caso di categorie fragili si snoda lungo i percorsi non del bisogno ma del desiderio.

Progetto categorie fragili

A partire dal 3 maggio

La Biennale di Venezia ha sviluppato accanto alla tradizionale offerta Educational uno speciale progetto pensato per categorie meno coinvolte nella fruizione di mostre ed eventi culturali - salute mentale, disabilità, senza fissa dimora, dipendenze, migranti, minori e in generale persone che si trovano all’interno di situazioni di disagio sociale - che prevede il coinvolgimento attivo di comunità educative e terapeutiche.

Questo speciale progetto di inclusione prevede attività a titolo completamente gratuito con iniziative di fruizione elaborate e condotte da operatori formati dalla Biennale di Venezia.

Grazie al progetto Categorie fragili, centri di sostegno, case di accoglienza, comunità educative e terapeutiche sono invitate a concordare e prenotare gratuitamente attività didattiche - visite, percorsi guidati e laboratori - e di avviamento alla fruizione delle arti contemporanee.

Su richiesta, il progetto prevede anche la possibilità di organizzare un incontro propedeutico online di presentazione, dedicato a utenti e operatori della stessa struttura.

L’iniziativa si concentra nei mesi estivi, da maggio a settembre.

Iniziative speciali

Sono disponibili percorsi dedicati a un pubblico ipovedente o non vedente, con focus su aspetti linguistici e di contenuto.

Sono disponibili percorsi dedicati ai non udenti, con possibilità di svolgere attività educational in Lingua Italiana dei segni (LIS).

Accessibilità alle sedi

Nelle sedi espositive è previsto un servizio di trasporto di cortesia con auto elettriche per i visitatori con ridotte capacità motorie. A disposizione dei visitatori dotazioni quali deambulatori, sedia a rotelle e sgabelli pieghevoli da utilizzare durante la visita, da richiedere al personale in loco fino a esaurimento.

Arsenale
L'Area espositiva è pienamente accessibile grazie alla presenza di rampe di accesso, ascensori e percorsi esterni uniformi.

Giardini
Rampa servoscala o procedura di assistenza.

 

Accessibilità alle sedi di Mostra:
Scarica la mappa

Prenotazioni

L’iniziativa e l’accesso alle sedi è su prenotazione, e soggetta a disponibilità.
Le modalità di accesso verranno comunicate all’atto della prenotazione.

Per informazioni e prenotazioni:
Educational e Promozione - La Biennale di Venezia
Tel. 041 5218 828 / 734  -  Fax 041 5218 732
promozione@labiennale.org

Biennale Arte
Biennale Arte