fbpx Biennale Teatro 2022 | Milo Rau - La reprise. Histoire(s) du théâtre (I)
La Biennale di Venezia

Your are here

Teatro

Milo Rau - La reprise. Histoire(s) du théâtre (I)


Durata / Anno:100', 2018
Ideazione e regia:Milo Rau
Testo:Milo Rau e gli interpreti
Interpretazione:Sara De Bosschere/Kristien De Proost, Suzy Cocco, Sébastien Foucault, Fabian Leenders, Johan Leysen/Sabri Saad El Hamus, Tom Adjibi/Adil Laboudi,
Ricerca e drammaturgia:Eva-Maria Bertschy
Collaborazione drammaturgica:Stefan Bläske, Carmen Hornbostel
Scene e costumi:Anton Lukas
Video:Maxime Jenners, Dimitri Petrovic
Disegno luci:Jurgen Kolb
Suono e direzione tecnica:Jens Baudisch
Riprese:Maxime Jennes, Moritz von Dungern
Personale tecnico in tour:Jim Goossens-Bara, Maxime Jennes, Moritz Von Dungern,
Assistente alla regia:Carmen Hornbostel
Assistente alla drammaturgia:François Pacco
Assistente alla scenografia:Patty Eggerickx
Coreografia (lotta):Cédric Cerbara
Vocal coach:Murielle Legrand
Musica:Gil Mortio
Produzione:International Institute of Political Murder (IIPM), Création Studio Théâtre National Wallonie-Bruxelles
Con il supporto di:Capital Cultural Fund Berlin, Pro Helvetia, Ernst Göhner Stiftung, Kulturförderung Kanton St.Gallen
Coproduzione:Kunstenfestivaldesarts, NTGent, Théâtre Vidy-Lausanne, Théâtre Nanterre-Amandiers, Tandem Scène Nationale Arras Douai, Schaubühne am Lehniner Platz Berlin, Théâtre de Liège, Münchner Kammerspiele, Künstlerhaus Mousonturm Frankfurt a. M., Theater Chur, Gessnerallee Zürich, Romaeuropa Festival
Con il contributo di:ESACT Liège
Pubbliche relazioni:Yven Augustin
Attrezzature tecniche:Equipment
Laboratori e studi:Théâtre National Wallonie-Bruxelles
Comparse:Mustapha Aboulkhir, Stefan Bläske, Tom De Brabandere, Elise Deschambre, Thierry Duirat, Stéphane Gornikowsk, Kevin Lerat, François Pacco, Daniel Roche De Oliveira, Laura Sterckx, Adrien Varsalona,
Nota:Spettacolo con scene di violenza e di nudo. Età consigliata: a partire dai 16 anni

Descrizione

La questione della rappresentabilità sulla scena della violenza e degli eventi traumatici: una notte di aprile del 2012, Ihsane Jarfi si mette a parlare con un gruppo di giovani in una Volkswagen Polo grigia davanti a un locale gay, in una strada di Liegi. Due settimane dopo viene trovato morto al limitare di un bosco, assassinato violentemente dopo essere stato torturato per ore. Il delitto sconvolge e inquieta l’intera città. Milo Rau ricostruisce il caso per la scena, con attori professionisti e non professionisti. Fin dal principio, il teatro è stato un incantesimo dei morti, un’esperienza rituale di peccati originali e traumi collettivi. In La Reprise, la prima parte di una serie curata da Milo Rau intitolata Histoire(s) du théâtre, il regista e autore si avvicina alla tragedia. La forma utilizzata è quella di una narrazione, portata avanti da più punti di vista, di un caso criminale in cinque atti. Cosa c’è all’origine di un crimine? Intenzione o coincidenza? Che ruolo ha il pubblico? Qual è la responsabilità della collettività? E chi è in scena?
Milo Rau e i suoi quattro attori Sara De Bosschere, Sébastien Foucault, Johan Leysen e Tom Adjibi, con il magazziniere Fabian Leenders e la dog sitter Suzy Cocco vanno alla scoperta di un delitto capitale, alla ricerca delle emozioni alla base delle esperienze tragiche: perdita e dolore, verità e falsità, disastro e paura, crudeltà e terrore. Sei attori, professionisti e non professionisti, riflettono sul fascino e sulla profondità della vita e del teatro calandosi nei ruoli dei protagonisti coinvolti nel brutale caso di omicidio: ne emerge un manifesto per un teatro democratico del reale.


Condividi su

Biennale Teatro
Biennale Teatro