fbpx Biennale Arte 2019 | Iraq
La Biennale di Venezia

Your are here

Iraq

Fatherland



Commissario: Fondazione Ruya. 
Curatori: Tamara Chalabi, Paolo Colombo. 
Espositore: Serwan Baran.
Sede: Ca’ del Duca, Corte del Duca Sforza, San Marco 3052

Descrizione

Fatherland è una mostra personale in cui l’artista curdo-iracheno Serwan Baran esplora il rapporto dell’uomo con la sua patria dal punto di vista del soldato. Baran nacque a Baghdad nel 1968. A oggi ha vissuto oltre quarant’anni di conflitti nel suo Paese. Enumera le guerre interne ed esterne che hanno coinvolto l’Iraq. Nella sua esperienza di soldato e artista di guerra, Baran fu costretto a testimoniare la ‘gloria’ dell’esercito iracheno e dipinse le vittime del conflitto per servire la propaganda governativa.
La scelta del titolo Fatherland, in contrasto con Motherland, è inoltre un commento sulla dimensione maschile e paternalistica della cultura politica dell’Iraq e di tutta la regione. È una realtà dominata dagli uomini, che hanno imposto ideologie oppressive e scatenato guerre, ed è un’analisi della figura del padre come patriarca in questa cultura socio-politica, un ruolo immutabile che mantiene il suo predominio pur essendo oggetto di innumerevoli sfide.

Venezia, San Marco 3052
Vedi su Google Maps

Condividi su

Biennale Arte
Biennale Arte