La Biennale di Venezia

Your are here

Biennale College Musica 2019

Il bando 2019

Il progetto Biennale College - Musica 2019 intende promuovere e sostenere la produzione di massimo 4 operine “low budget” di teatro musicale da camera su tema comico, surreale, fantastico e/o giocoso, di una durata non superiore ai 18 minuti ciascuna, che saranno presentate dalla Biennale di Venezia e distribuite anche online nelle forme appropriate.

La selezione è aperta, a livello internazionale, a team costituiti da un compositore e un librettista che non abbiano superato i 35 anni di età.

I compositori, non necessariamente alla loro opera prima, si dovranno presentare associati a librettisti in un progetto di teatro musicale che preveda il seguente organico: flauto (uno a scelta tra quelli della famiglia), clarinetto, tromba, 2 violini, viola, violoncello, percussioni (1 esecutore), pianoforte e live electronics, più un direttore d’orchestra.

L’organico vocale dovrà prevedere al massimo 4 personaggi scelti tra voci di: soprano, mezzo-soprano, tenore, baritono, basso.

La parte elettronica potrà essere prodotta presso il Centro Informatico Musicale e Multimediale della Biennale di Venezia, che metterà a disposizione l’hardware e il software necessario sotto la guida di un realizzatore in informatica musicale e un ingegnere del suono, che saranno presenti anche in fase di prova e spettacolo.
I periodi di lavoro in studio saranno organizzati secondo un calendario da concordare al momento della selezione. Suddetta parte elettronica dovrà essere sufficientemente dettagliata nella presentazione del progetto. La possibilità realizzativa della stessa costituirà elemento fondamentale per la selezione.

La domanda di partecipazione può essere presentata solamente in team (compositore e librettista). Non sarà ammessa alcuna sostituzione all’interno dei team selezionati.

I team selezionati saranno affiancati, nelle fasi di sviluppo del progetto, da un regista individuato dal Direttore del Settore Teatro della Biennale di Venezia Antonio Latella.

Struttura del progetto

Il progetto si svolgerà sotto il coordinamento del Direttore del Settore Musica della Biennale di Venezia Ivan Fedele secondo le seguenti modalità:

  • marzo 2019: Prima sessione di workshop a Venezia, con i registi e con i maestri delle varie discipline inerenti al progetto, intorno alle tematiche generali del teatro musicale tradizionale e contemporaneo, soprattutto in relazione al rapporto tra testo e musica e utilizzo del live electronics.
    Il Direttore Artistico Ivan Fedele si riserva di approvare in toto o in parte i progetti sviluppati in questa fase, invitando i team dei progetti selezionati a partecipare alla fase successiva.
  • aprile 2019: Seconda sessione di workshop a Venezia con l’equipe di Biennale College; durante questa fase di lavoro si individueranno i cantanti che parteciperanno al progetto. La scelta degli stessi sarà effettuata dai membri dei team assieme al Direttore Ivan Fedele.
    Formalizzare la pre-produzione e verificare la fattibilità e i costi di ogni progetto selezionato.
    Durante questa fase, inoltre, i team dovranno programmare la produzione delle opere, che prevede:
    · consegna del libretto definitivo;
    · inizio lavoro in studio sul live electronics;
    · stesura definitiva del budget di produzione da parte dello staff di Biennale College Musica;
    · stesura di un piano di produzione comprendente le prove sceniche e musicali
  • giugno 2019:
    Incontro con l’equipe di Biennale College per:
    · consegna della partitura, degli spartiti e delle parti
    · consegna del progetto scenico
  • inizio settembre 2019: Terza sessione di workshop a Venezia con l’equipe di Biennale College. Programma della sessione da definire in accordo con i partecipanti e i tutor.
  • fine settembre / inizio ottobre 2019 (durata indicativa due settimane di lavoro): quarta sessione a Venezia, dedicata alla produzione delle opere da parte dei team, che prevede prove sceniche e musicali con il supporto di artisti e maestri coinvolti nel progetto.

La rappresentazione delle opere avrà luogo nel mese di ottobre 2019 nell’ambito del 63. Festival Internazionale di Musica Contemporanea.

Selezione e annuncio
Termine d’iscrizione alla selezione: 7 febbraio 2019

La selezione è aperta a livello internazionale.

La selezione sarà effettuata a insindacabile giudizio dal Direttore Artistico del Settore Musica della Biennale di Venezia Ivan Fedele, che potrà avvalersi in questa fase di consulenti da lui individuati, quali a titolo meramente esemplificativo: un regista, un attore, uno scrittore, un esperto in produzioni teatrali, un compositore. La selezione, fino a un massimo di 4 progetti, sarà indicativamente annunciata per la metà di febbraio 2019.

Condizioni e regole di partecipazione

La partecipazione al progetto comporta l’obbligo di frequenza.
I selezionati potranno usufruire di una foresteria messa a disposizione dalla Biennale di Venezia.
I costi di viaggio, vitto e i trasporti locali per tutte le fasi di lavoro saranno a carico dei partecipanti.

A ogni candidato selezionato sarà richiesto il pagamento per i diritti di segreteria pari a € 80,00 (IVA inclusa, non rimborsabili) che dovranno essere versati esclusivamente tramite carta di credito successivamente alla comunicazione di ammissione e comunque non oltre la data che verrà indicata.

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE
Documentazione

La documentazione – che dovrà essere inviata esclusivamente tra il 22 gennaio e il 7 febbraio 2019 tramite formulario online  – è costituita da:
a) Sinossi di n. 1 pagina
b) Progetto low budget, orientativamente di 5 pagine, che descriva l’idea complessiva del progetto con soggetto originale.
c) I compositori dovranno inviare due partiture e relative registrazioni, se disponibili, per ensemble da camera con o senza voci.
d) I librettisti dovranno inviare due testi già scritti, siano essi dedicati o meno alla rappresentazione teatrale.
e) I curricula di compositore e librettista
f) Il progetto di casting
g) Il progetto sull’utilizzo del live electronics
h) La liberatoria in merito alla piena titolarità di diritti relativi al progetto presentato o, qualora coinvolga diritti di terzi, la garanzia di aver già perfezionato o aver in corso la negoziazione per l’acquisizione dei diritti in vista della produzione.

Biennale Musica
Biennale Musica