fbpx Biennale Cinema 2022 | Classici fuori Mostra - Iris och löjtnantshjärta (Iris, fiore del nord)
La Biennale di Venezia

Your are here

Cinema

Classici fuori Mostra - Iris och löjtnantshjärta (Iris, fiore del nord)



IRIS OCH LÖJTNANTSHJÄRTA (89’)
(Iris, fiore del nord)
di Alf Sjöberg
con Mai Zetterling, Alf Kjellin, Åke Claesson, Holger Löwenadler
Svezia, 1946
Restauro a cura di Swedish Film Institute
Presenta Elena Pollacchi

 

Proiezione in lingua originale con sottotitoli in italiano.

Ingressi:
Biglietto intero € 6 / Ridotto € 3
Abbonamento ridotto € 30
Biglietti in vendita presso la biglietteria del Cinema Rossini
Per informazioni: www.culturavenezia.it/cinema

Scopri di più su Classici fuori Mostra

Descrizione

“Commovente melodramma tratto dal romanzo di Olle Hedberg (e sceneggiato dallo stesso regista) dove Sjöberg riprende la coppia di interpreti di Spasimo e attacca la mentalità chiusa e bigotta della famiglia svedese (…). Ma la critica alle istituzioni si intreccia qui con una struggente nostalgia e un indefinito desiderio di fuga (…) che ha la sua rappresentazione perfetta nella scena in cui i due innamorati, dopo aver pianto insieme alla proiezione de Il ponte di Waterloo, si fermano su un ponte e lasciano scorrere lo sguardo nell’oscurità della notte mentre una nave attraversa silenziosa le acque scintillanti del porto di Stoccolma”. (Paolo Mereghetti)

 

“Confido che Iris och löjtnanshjärta, sconosciuto alla maggior parte di noi, possa apparire a molti come un autentico capolavoro degli anni Quaranta, e provochi un generale senso di vergogna cinefila per non essere più noto. È un dramma di ricchi, con lo sguardo attento e partecipe rivolto ai più fragili in mezzo a tanti cuori di pietra: i bambini feriti delle classi "inferiori". [...] Lo stile modernista di Alf Sjöberg (1903-1980) è stato descritto come un conflitto traumatico e deflagrante di elementi disparati. [...] Ma il film ci mostra anche qualcosa che contrasta completamente con tutto ciò: il favoloso scintillio di un'immagine romantica sempre irraggiungibile. Se all'epoca il film poteva essere visto come una premonizione del futuro del cinema, questo è oggi vero più che mai”. (Peter Von Bagh)

 

Premio della Biennale per speciali meriti artistici all’attrice Maj Zatterling, alla 8. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica (1947).

Cinema Rossini

Salizada de la Chiesa o del Teatro
San Marco 3997/A
30124 Venezia
Tel. 041 2417274

Scopri la sede

Vedi su Google Maps

Condividi su