fbpx Biennale Arte 2022 | Minnie Evans
La Biennale di Venezia

Your are here

Minnie Evans

1892 – 1987, USA


  • MAR - DOM
    23/04 > 25/09
    11.00 - 19.00

    27/09 > 27/11
    10.00 - 18.00
     
  • Padiglione Centrale
  • Ingresso con biglietto

Nata nel 1892 in una casetta di legno a Long Creek, nella Carolina del Nord, Minnie Evans diviene un’artista in tarda età rimanendo decisamente estranea al mainstream accademico. Discendente di una schiava di Trinidad, senza istruzione formale oltre la scuola primaria, Evans cresce come devota battista, a lungo affascinata dalla cosmologia della propria fede. Durante l’intera infanzia, è turbata da sogni opprimenti e visioni. I suoi disegni abbondano di simbologie religiose, creature chimeriche, vertiginosi elementi botanici e colori chiassosi. Il lavoro di Evans degli anni Quaranta – come untitled (1943), con le sue delicate fasce di foglie e fiori coronate da un bombo – è influenzato anche dalla lussureggiante vegetazione degli Airlie Gardens a Wilmington, nella Carolina del Nord, dove è impiegata come guardiana e dove spesso dipinge durante il lavoro. Opere successive sono una dimostrazione dei suoi esperimenti con uno stile  più denso e altamente pigmentato, caratterizzato da composizioni simmetriche ancorate da volti e circondate da elementi curvilinei composti da vegetazione, farfalle e arcobaleni. In queste emblematiche astrazioni floreali, Evans trasmette le proprie visioni, esprimendo la sua profonda spiritualità attraverso uno stile personale e dinamico.

Madeline Weisburg

Immagine

Minnie Evans, untitled, 1967. Olio, inchiostro, carta su tavola, 36,83 × 49,53 cm.
Courtesy The Museum + The Gallery of Everything, London

Padiglione Centrale
Vedi su Google Maps

Condividi su

Biennale Arte
Biennale Arte